La ricerca del tartufo nelle Langhe

Il  frutto esclusivo dei nostri boschi: il tartufo bianco.

La ricerca del tartufo nelle Langhe e` l’ emozione di vedere il cane al lavoro, la speranza che ti prende nel vederlo “raspare”  dopo aver fiutato il terreno, il profumo che emana il  tartufo nel momento in cui  viene scoperto, la sensazione di aver cercato e trovato un tesoro misterioso.
Dal 1986 la tartufaia  è stata riconosciuta ufficialmente  ai sensi della legge regionale 752/1985  che assegna alla nostra famiglia, proprietaria del terreno, l’esclusiva della ricerca di tartufi nella zona delimitata da appositi cartelli.

Il bosco ceduo si estende per 4 ettari al limitare dell’azienda giungendo sino al “Rio Torbido”, un piccolo corso d’acqua ai piedi delle rocche di S. Bartolomeo di Cherasco ed al grande bosco di proprietà erariale detto del “Pasc” in quanto nei tempi passati utilizzato come pascolo comune per i capi di bestiame (bovini ed ovini) dagli abitanti di Vergne.

Ad arricchire la naturale vocazione tartufigena del bosco, a metà degli anni 70 sono state messe a dimora quercie e pioppi  “micorizzati”, cioè piante trattate con spore in grado di sviluppare maggiormente e più probabilmente la simbiosi tra l’albero e il prezioso fungo ipogeo Tuber magnatum pico (cioè il tartufo bianco).

Prenotati, scopri l’ emozione della ricerca del tartufo nelle Langhe e vivi con noi ed i nostri cani questa esperienza unica

Prenota la ricerca del Tartufo!

Scopri anche :

La Cascina   La Storia   I Vigneti